HOME
INDICE
ACQUISTI

Elenco Aziende - AziendeSubito.it
Torna alla Home Page de
IL PONTE
ordigni bellici
Torna alla prima pagina di questo numero

in breve....

CRONACA

Trovati ordigni bellici presso la frazione Domodossola

ordigni bellici
Il fossato dove sono state rinvenute le
due bombe, residuati della seconda guerra mondiale

Nei primi giorni di luglio, in un canale d'irrigazione nei pressi della frazione Domodossola, sono stati rinvenuti due proiettili da mortaio, residuati della seconda guerra mondiale. I proiettili, lunghi 35-40 centimetri, di colore verde e ricoperti di ghisa, avevano conservata intatta la loro pericolosità, nonostante siano trascorsi oltre 50 anni, perché i tedeschi in fuga li hanno abbandonati "spolettati", cioè senza il dispositivo di sicurezza. Non è la prima volta che si ha notizia del ritrovamento in quella zona di residuati bellici risalenti alperiodo della ritirata tedesca dal Nord Italia, nella primavera del 1945. Lunedì 11 luglio, dopo un'operazione di "recupero" lunga e laboriosa, i due ordigni, trasportati in un campo vicino, sono stati disinnescati dal reparto artificieri dell'esercito. Un altro residuato bellico dello stesso tipo è stato ritrovato verso la fine di luglio in un canale prossimo alla cascina Sacchelle, località tra Sant'Angelo e Borgo S. Giovanni. Il proiettile, ancora innescato, è stato fatto esplodere dagli artificieri di Milano.

Nessun 100/100 fra i "maturi" del Pandini
All'Istituto tecnico commerciale e per geometri "Raimondo Pandini" di Sant'Angelo, gli esami di maturità per l'anno scolastico 1999-2000, hanno dato un esito in linea con la tendenza generale. Su un totale di sessantasei candidati all'esame di maturità, due si sono ritirati prima di superare tutte le prove, cinque sosno stati bocciati. La media dei non diplomati è stata del 7,5 per cento. Il punteggio pieno di cento centesimi non è stato ottenuto da nessuno, ma otto studenti hanno superato i 90 centesimi. Nell'anno trascorso, l'Istituto santangiolino ha rivolto una grande attenzione all'adeguamento dei curricola alle esigenze del mondo del lavoro, puntando sulle nuove tecnologie, e con l'offerta di articolate specializzazioni. A tutti i nuovi ragionieri e geometri da quest'anno viene proposto un corso post diploma sui sistemi informativi aziendali.

L'arma premia l'eroismo di Giuseppe Rognoni


Giuseppe Rognoni ha ricevuto l'onoreficenza alla caserma
dei carabinieri di via Lamarmora a Milano

Era il 14 ottobre dello scorso anno quando il santangiolino Giuseppe Rognoni, ufficiale di leva dell'Arma dei Carabinieri, con grande sangue freddo, è riuscito a salvare una signora di Grosseto che alla Stazione Principe di Genova, stava per infilarsi sotto i binari. La donna, che stava perdendo il treno, in uno sforzo estremo, aveva aperto lo sportello, perdendo l'equilibrio e, aggrappata al predellino, veniva trascinata per molti metri. Il militare santangiolino, che attendeva il treno che lo avrebbe riportato a casa, in un gesto di grande coraggio, si è buttato letteralmente verso la donna, afferrandola con le mani e facendola rotolare sul marciapiedi, salvandole così la vita. Lunedì 28 agosto, nella caserma dei Carabinieri di via Lamarmora a Milano, il comandante dell'11a brigata carabinieri "Alfredo Salvi", ha premiato l'atto di coraggio consegnando a Giuseppe Rognoni la meritata benemerenza. A Giuseppe Rognoni, le felicitazioni dei lettori de "Il Ponte" e di tutti i suoi amici.

Due nuovi sacerdoti nella Parrocchia di San Rocco e a Maiano
Alla fine del mese di agosto don Giuseppe Ponzoni e don Luca Anelli, rispettivamente parroco e vicario della parrocchia di Maria Madre della Chiesa, nel quartoiere S. Rocco e della parrocchia di Santo Stefano in Maiano hanno lasvciato gli incarichi, avendo accettato il trasferimento in una parrocchia della periferia est di Roma che conta circa 14.000 abitanti. La motivazionbe dell'importante incarico intenbde essere da parte della Diocesi di Lodi un segno "giubilare", cioè quellodi donare sue sacerdoti ad una diocesi italiana che ne avesse bisogno. Li sostituiranno don Pierluigi Leva, di 33 anni, proveniente dalla parrocchia di S. Lorenzo in Lodi, che sarà l'amministratore parrocchiale, e don Giulio Mosca, di 75 anni, uomo di studio, autore di diverse pubblicazioni di storia ed esperto archivista, proveniente da Santo Stefano Lodigiano, dove è stato parroco, dimettendosi poi per limiti di età.
Ai due sacerdoti partenti e a quelli destinati a sostitutirli, il saluto e l'augurio più cordiale da parte dei lettori de "Il Ponte".

SPORT

Piccoli nuotatori in gara alla piscina comunale
Il nuoto è senza dubbio lo sport protagonista della stagione estiva e bene ha fatto la gestione della nostra piscina comunale ad organizzare, nei primi giorni di luglio, una serie di gare riservate a nuotatori giovanissimi, con un'età dagli otto agli undici anni. Hanno partecipato più di un centinaio di piccoli atleti, appartenenti alle società Canottieri Milano, Geas Sesto S. Giovanni, Nuotatori Vimercate, Società 'Educare con lo Sport' di Paullo- Lodivecchio e della santangiolina Nuotatori Milanesi. I giovani nuotatori hanno gareggiato negli stili dorso, rana, delfino, stile libero e staffetta, seguiti e incoraggiati dall'immancabile entusiasmo dei genitori e dalla simpatia del numeroso pubblico. Tra le giovani speranze barasine hanno ottenuto risultati di rilievo Gianluca cella, Greta Bonizzoni, Federico Bombardieri, Martina e Rebecca Pezzotti e il piccolisimo Marco De Vecchi.

Tre santangiolini catturano un "siluro" da primato.


I tre pescatori con
il super siluro di Spessa

Claudio S'Apice, Giovanni Venturini e Gianmaria Sali: sono questi i nomi dei tre pescatori santangiolini che sabato 29 luglio, in località Spessa, sul Po, hanno catturato uno "squalo d'acqua dolce" dal peso di 45 chilogrammi e lungo un metro e 96 centimetri. Il siluro è stato preso all'amo con una canna ancorata a terra, e per oltre mezz'ora il pesce ha cercato di liberarsi, mettendo a dura prova l'abilitàe e la pazienza dei tre amici barasini che alla fine hanno avuto la meglio.

.