CATANIA ALLA RIBALTA. CON IL "TEATRO DEI PUPI"

30/10/2003

Grazie al personale interessamento del presidente della provincia di Catania. l’Opera dei Pupi ha una sede stabile, presso gli ambienti delle "Ciminiere", la struttura dedicata sin dal 1996 agli eventi culturali della città. Infine da qualche parte del bel paese troviamo qualcuno (un politico) che capisce quanto è importante di salvaguardare la memoria storica di quest’arte che aveva corso il grave rischio di esser cancellata, sopprimendo un segmento della identità culturale siciliana. Apprendiamo così dal "Secolo": "Cento poltrone di velluto rosso e, di fronte, palco, boccascena, sipario e scenografie dall’inconfondibile marchio ottocentesco. Si presenta così il cerchio magico dell’ "Opra", un teatro progettato dallo scenografo Riccardo Perricone con la collaborazione dell’ingegnere Giuseppe Raspanti, seguendo fedelmente disegni d’epoca, frutto del lungo, appassionato studio condotto dalla storica famiglia Napoli, che da cent’anni tramanda di padre in figlio l’unico antico mestiere in stile catanese rimasto integro e completo. La gestione del teatro è affidata alla prestigiosa compagnia Fratelli Napoli di Catania.

Albert Bagno