X Radupo

12/10/2011

Se c’è in Italia un festival che conserva la sua originalità è Radupo che si è svolto dall’8 al 9 ottobre 2011 e che celebra da 10 anni celebra la memoria del burattinaio Otello Sarzi. Otello discendente di una famiglia d’arte, è stato uno dei burattinai più originali del panorama dell’arte burattinesca. Preso tra la tradizione popolare e la modernità lui è stato uno sperimentatore e un cultore delle forme animate in movimento. Nel corso della sua lunga vita ha saputo e voluto regalare l’arte e non esserne un custode come tanti che non hanno voluto capire che anche i burattini e i burattinai sono soggetti ad evoluzione. Otello lui, non aveva paura di queste novità, tanto che a dieci anni della sua scomparsa il suo agire è ancora molto attuale. È dunque nel segno di Otello che ogni anno i suoi amici e chi ha fatto suo le sue idee si radunano lungo quel fiume Po che lui amava tanto.

Soprattutto non chiede il programma, non c’è! Chi vuole arriva, si segnala, discute ed ecco che i spettacoli si infilano gli uni dietro l’altro come le perle fatte dai sorprendenti riflessi delle acque e dei colori del fiume. Malgrado l’apparente anarchia che contraddistingue questo evento, dalla mattina alla sera (anzi notte fonda) tra conferenze, incontri, laboratori ed una buona dose di spettacoli ecco che Radupo prende vita e continua anche davanti a deliziosi pasti consumati lungo l’argine pieno di sole. Radupo è una tranquilla e folle passeggiata nel paese dei burattini.

Per informazioni: http://www.fondazionesarzi.it

Albert Bagno