IL CANTASTORIE C'È

07/04/2004

Volete fare quattro passi nella memoria? Volete sapere dei divertimenti dei nostri nonni Volete sapere della cultura popolare al presente? Allora bisogna andare leggere “Il Cantastorie” incredibile miniera d’informazioni ci offre tutto questo. Grazie all’impegno di Giorgio Mezzani di Reggio Emilia, nasce uno strumento editoriale che è dedicato ai Cantastorie, ma non solo, ai burattini e ai piccoli mestieri dell’arte di strada.
"II Cantastorie" nasce con un primo numero ciclostilato nel dicembre 1963, che rappresenta la continuazione di un saggio monografico di Giorgio Vezzani dedicato ai cantastorie. Dall'anno successivo la rivista viene stampata in tipografia e continua fino ad oggi. Dal '99 accanto e con Giorgio mezzani troviamo i componenti dell'associazione "Il Treppo" nata proprio per favorire la continuità della rivista "Il Cantastorie" e per fare fronte ai sempre più onerosi costi di stampa (la pubblicazione della rivista, a parte qualche saltuario contributo, è stata sostenuta sempre dal suo direttore editore). Attualmente il Comitato di Redazione è così composto: Teresa Bianchi, Gian Paolo Borghi, Cesare Cattani, Margherita Chiarenza, Romolo Fioroni, Giuseppe Giovanelli, Francesco Guccini, Giovanna Lodolo, Tiziana Oppizzi, Silvio Parmiggiani, Claudio Piccoli, Otello Sarzi, Ester Seritti, Giorgio Vezzani, Angelo Zani.
In ogni numero, ci sono diversi bellissimi ed curioso (originali) articoli ed importanti inchieste dedicati ai burattini, marionette e pupi.
Per chi ne volesse sapere di più il Cantastorie ha un suo sito, certamente spartano, ma permette di essere aggiornato sui contenuti degli ultimi numeri della rivista.
http://rivistailcantastorie.interfree.it/index2.htm

PS: Forse abbiamo già parlato di Giorgio Vezzani e della piccolissima e preggiatissima testa, ma la qualità del suo impegno vale bene che se ne parla nuovamente.
Cosa aspettate ad abbonarvi??? ...

Albert Bagno