Iniziare con il Barbecue

06/03/2013

Il barbecue è una tipologia di cucina davvero “magica”, che nella nostra memoria si ricollega a momenti di relax e di convivialità con amici e familiari.
In cambio dovrete offrire un pò di passione, un minimo investimento economico ed una discreta dose di tempo libero.

In questo articolo mi riferirò esclusivamente al “vero” Barbecue, ovvero quello a carbonella; l’unico in grado di regalarci un autentico aroma affumicato ed una cottura come da tradizione “primordiale”.
I BBQ a gas ed a pietra lavica sono sicuramente validi e pratici, ma non regalano gli stessi aromi di una naturale affumicatura.

Ma partiamo dal principio… ovvero: cosa mi occorre?
Beh, ovviamente ti serve un barbecue. Anzi, ti serve un Kettle.

“Ue, ma cusa l’è el kettle?”
Il Kettle è il tipico bbq americano a carbonella, di forma tendenzialmente sferica e dotato dell’indispensabile coperchio e delle feritoie di ventilazione.  Esistono vari modelli e marchi di kettle; i più famosi e diffusi sono i Weber e gli Outdoorchef, ma esistono altri validi produttori anche in Italia.
Consiglio di orientarsi verso un modello di dimensioni medie (57 cm).
Alcuni modelli dispongono di optionals in grado di semplificare parecchio le operazioni di accensione o pulizia, come ad esempio il cestello raccogli-cenere della linea weber one touch premium, cui faticherei a farne a meno.

Un cesto accenditore.
Indispensabile per comodità ed economico nell’acquisto, il cesto accenditore vi permetterà di accendere rapidamente ed in modo omogeneo le braci, semplicemente mettendo al di sotto dello stesso un paio di barrette d’accensione ecologiche (tipo diavolina ecologica).

Un set di utensili, comprensivo di:
coltello, di generose dimensioni e perfettamente affilato;
Pinze in metallo, le più grosse possibili;
spazzola in metallo per pulire la griglia;
una spatola per hamburgers;
NON occorre invece il classico forchettone! (bucare la carne è il modo migliore per farle perdere i succhi).
Un termometro per la misurazione interna della temperatura delle carni.

Materiale combustibile.
Per cotture veloci e dirette potete usare la classica carbonella da supermercato.  Per cotture più lunghe ed indirette dovrete assolutamente munirvi di bricchetti di carbone pressato a lunga durata.
Questo è il materiale indispensabile e “di base” per poter incominciare, e vi richiederà un investimento di circa 300/350 euro.

Dove acquistare?
Una volta scelto il materiale di vostra preferenza potete cercare il rivenditore più vicino a casa vostra, oppure fate come me: ordinate tutto in internet e dopo 24 ore vi trovate tutto comodamente a casa.

…e se la passione per le braci ardenti vi colpisce e non riuscite più a smettere di grigliare bistecche?
Tranquilli, ci sono un sacco di altri “malati” con cui potrete confrontarvi.
Esiste una “casa di cura”, e la potete trovare su http://www.bbq4all.it/
Lo staff di BBQ4ALL, diretto da Gianfranco Lo Cascio, è una vera istituzione nel settore.
Iscrivetevi al loro forum e vi si aprirà un mondo…

Nei prossimi articoli vi parlerò delle tecniche di cottura per il BBQ.

Golosometro
Leggi l'articolo originale su golosometro.it