La rusumada

17/06/2013

La rüsümada o rosümada è una antica bevanda energetica e veniva consumata nei periodo più freddi per prevenire i malanni di stagione.
La tradizione fa risalire la sua provenienza nei territori del lecchese, in particolare alla Valsassina. La radice dialettale del nome rimanda al tuorlo dell’uovo: rüss d’oof o rüsümm.
La rüsümada è molto simile allo zabaione però ha una preparazione più veloce. La rüsümada si abbina molto bene con la pasticceria secca, si possono fare molte varianti sostituendo il vino rosso con caffè, il latte o alcuni liquori.

Ingredienti:

4 uova (240 g),
4 cucchiai di zucchero (90 g),
4 bicchieri di vino rosso.

Procedimento:

In una ciotola sbattere le uova con un frullino assieme allo zucchero; quindi unire il vino lentamente continuando a sbattere il composto. Servire la rusumada a temperatura ambiente.

Niccolo Maiocchi di Re Gelato
Leggi l'articolo originale su www.facebook.com