Pan di Spagna

10/05/2013

Il Pan di Spagna è usato come base per moltissimi dolci. Le origini del Pan di Spagna risalgono al 1700 quando il cuoco genovese Giobatta Cabona venne inviato in Spagna insieme all’ambasciatore genovese, il marchese Domenico Pallavicini.
In occasione di un banchetto il pasticcere presentò una torta basata su una pasta d'incredibile morbidezza e leggerezza che venne in suo onore definita Pâte Génoise (pasta genovese). Da questa derivò una versione leggermente semplificata che prese il nome di Pan di Spagna, per onorare la corte spagnola che aveva decretato la fortuna della preparazione. La pasta genovese viene preparata a caldo, il Pan di Spagna a freddo.

Ingredienti:

212 g di uova,
100 g di zucchero semolato,
60 g di farina 00,
30 g di fecola di patate,
1 bacca vaniglia o scorza di 1 limone.

Procedimento:

Nella planetaria mettete le uova a temperatura ambiente, lo zucchero e la polpa della vaniglia e montate fino ad avere un composto spumoso e chiaro (12 minuti circa). In un altro contenitore mischiate insieme la farina con la fecola. Quando le uova sono montate, con l'aiuto di un setaccio, versate poco alla volta le farine nelle uova e mescolate dal basso verso l'alto molto delicatamente. Imburrate e infarinate una teglia e versate il composto all'interno. Infornate a 175°C per circa 50-60 minuti prima di sfornare il Pan di Spagna fare la prova dello stecchino al centro della torta, se risulta bello asciutto sfornatelo e lasciatelo raffreddare su una griglia.

Niccolo Maiocchi di Re Gelato
Leggi l'articolo originale su www.facebook.com