Tiramisu' agli amaretti

26/11/2012

 

Cari Amici,
oggi un post frivolo, dai che il tiramisù lo sappiamo far tutti, ed è uno dei dolci più conosciuti al mondo, le sue origini sono avvolte nel mistero, quello che conta per noi, dopotutto, e che è 'bono :)

Questa è la procedura che, insieme alla mia Signora, seguiamo normalmente, niente di che, ma assicura un risultato perfetto ;)

 

Ingredienti:

 

 

500gr di Mascarpone

1 pacco di Savoiardi o Pavesini (va a gusti, io uso i Savoiardi Sardi, che sono più spugnosi e lunghi)

6 uova piccole (o 4 medie)

4 cucchiai di zucchero

6 tazzine di Caffè

1 Cucchiaio di Amaretto

Amaretti di Saronno

1 pizzichino di sale

 

Preparate subito il caffè, in modo che abbia il tempo di raffreddarsi, deve essere bello nero ;)

 

Separate i tuorli dagli albumi. Essendo una crema fredda non cambia molto, ce anche chi monta tutto assieme, la diversità sta nella spumosità, ma a livello di sapore e la stessa cosa ;)

Con lo sbattitore montate i rossi (i tuorli) con quattro cucchiai di zucchero.

Aggiunge ora il mascarpone e l'amaretto, poco alla volta.

Poi procedenti con gli albumi, montateli a neve ben ferma, ce chi ci mette un pizzichino di sale, io con la planetaria riesco anche senza.

Unite i due composti, delicatamente, por non smontare gli albumi. Mescolate con un leccapadella dal basso verso l'alto.

Ora che è tutto pronto, componiamo il dolce :)

Prima uno strato di crema come base.

Poi i savoiardi/pavesini, inzuppati nel caffè (non zuccherato mi raccomando), e sopratutto ricordatevi di inzupparli poco, altrimenti vi troverete il tiramisù a nuotare nel caffè, l'errore più comune ;)

E via, ripetete, fino ad esaurimento degli ingredienti, cmq di solito si fanno tre strati, per esperienza di più diventa problematico ;)

Infine sbriciolate sulla superficie abbondati amaretti (di qualità mi raccomando), molto meglio del cacao in polvere (alimento povero e di bassa lega), il vostro tiramisù guadagnare in sapore e sopratutto in profumo.

Pronto! Mettetelo in frigorifero per almeno 12 ore, meglio tutta la notte :)

Avrei voluto fare delle foto al momento del taglio... ma che ci volete fare, ce lo siamo sbaffato prima :)

Mauro Corbetta di Approdo.eu