Cestino di Pane

27/11/2012

 

Anche se mio Nonno, si arrabbiava tantissimo, quando a tavola giocherellavo con il pane, e mi sgridava severe "Non si gioca con il cibo", spero che con questo post, da lassù, non se la prenda male, se faccio questa piccola eccezione ;)

Avevo visto da qualche parte, questa idea carinissima, di fare un cestino di pane, come centro tavola (ma anche come porta-pane stesso), e dato che una cara amica sta organizzando un festa, mi è sembrata l'occasione giusta per metterla in pratica.

Il metodo che ho usato è per farlo durare il più a lungo possibile, quindi con questi ingredienti, fidatevi, viene duro come una roccia ;) ... ma se volete anche mangiarvelo, e sono sicuro che qualcuno a tavola ci proverà, basta farlo con farina 00 e lasciarlo lievitare almeno una mezz'oretta. Sarà più delicato, ma farà lo stesso il suo lavoro :)

Cominciamo... quello che vi serve e tutto qua:

 

- 500gr di Farina 0 (per un cestino)
- 250gr di acqua tiepida
- Due cucchiaini rasi di sale (se lo volete anche mangiare)
- Una forma come struttura (in questo caso la bella ciotola di vetro)
- Carta stagnola (per non impazzire a staccare il tutto)
- Una bustina di lievito (per non farlo proprio di marmo)

Iniziamo a pesare la farina:

Al solito, aggiungiamo il lievito e setacciamo il tutto:

Iniziamo a impastare, poco acqua alla volta, deve essere bello sodo:

Quando inizia a prendere, mettete il sale:

Ecco qua il risultato, sodo ed elastico:

Se lo volete più duro lavoratelo subito, altrimenti lasciatelo riposare una mezz'oretta. In ogni caso, preparate lo stampo, rivestendo la ciotola con molta carta stagnola, stesa bene:

E la mettete sopra la gratella:

Dividere ora l'impasto in pallina da circa 70gr:

Ogni pallina tiratila in un filone, non troppo sottile, altrimenti si romperà:

Dovete intrecciarlo come una cesta di vimini, ecco un po' di foto per aiutarvi:

Per finire e fare il bordo, fate una lunga treccia, fatto con gli avanzi:

E via in formo a 180 gradi, per fare il fondo piatto adagiate con cautela una terrina sul fondo:

Dopo mezzora togliette la terrina, se attacca in poco non ce problema, tanto sta sotto ;)

Dopo un'ora, o cmq dopo che abbia un bel colore, tiratelo fuori, non preoccupatevi se in alcuni punti si è rotto, è normale, ma se avete intrecciato come vi ho detto non minerà alla struttura:

Ecco il lavoro finito, non abbiate fretta di sfilarlo, raffreddandosi verrà via facilmente:

Appena verrà usato per la festa del mio amico, farò le foto di come è stato usato :) per ora è tutto!

Mauro Corbetta di Approdo.eu