Arrosto di Manzo al forno con Patatine

27/11/2012

 

Buona giornata a tutti, oggi in questo ritaglio di tempo, metto a disposizione una ricetta, che più classica non si può :) ma come sempre, dannatamente buona. Fare un buon Arrosto non è difficile, bisogna solo sapere un paio di trucchetti e usare un ottimo taglio di carne.

Tagliamo corto e diamo spazio alle foto, per ogni altra info non dovete far altro che chiedere :)

Per la prima parte della preparazione ecco quello che vi serve:

 

 

1kg minimo di Muscolo di Manzo (se non sapete il taglio fatevi consigliare dal buon Macellaio)
2 Cipolle, 2 Carote, 2 gambi di Sedano
Rosmarino
Olio Extravergine di buona qualità
Sale e pepe

Iniziate a scaldare il forno al massimo, diciamo 250°, nel frattempo lavate le verdure e tagliatele a pezzetoni, e spargetele in un solo strato nella teglia:

 

Legate la carne insieme a qualche rametto di rosmarino, ungete per bene la carne con l'olio e massaggiatela con sale e pepe:

Adagiate la carne sopra le verdure, mi raccomando che non tacchi la teglia:

 

Infornate e abbassate la temperatura a 200°, calcolate un'ora per ogni chilo di carne.

Procediamo ora con le patatine

 

 

Quello che vi serve:

Patate da forno, cmq non vecchie, io ne faccio 500gr, scegliete quelle più piccole.
Rosmarino e Aglio
Sale e pepe

Mettete subito a bollire un bel po' d'acqua (che sia abbondante e copra le patate):

 

Lavate e sbucciate le patate, tagliatele a pezzi grossi:

Quando l'acqua bolle, aggiungete un cucchiaio raso di sale, e da quando riprende bollore contate 10 minuti:

Nel frattempo preparate una padella, un giro abbondante di olio, scaldate e fate soffriggere aglio e rosmarino (consiglio una padella non antiaderente):

 

Coordinate bene, quando le patate son quasi pronte la padella deve essere bella rovente.

Ora passaggio importante, piccolo segreto ;) Scolate le patate e fatele saltare per bene nello scolapasta, si devono ammorbidire bene se vogliamo una bella crosticina croccante :)

 

Mettete in botta nella padella rovente, occhio a non scottarvi ;)

Fatele saltare o, se non ve la sentite, giratele velocemente, cercando di non spappolarle ;)

Mettete il tutto in una teglia, possibilmente in un solo strato, eliminando il rosmarino vecchio (e l'aglio se non vi piace) e aggiungete un giro d'olio e rosmarino fresco:

Sale e Pepe a mulinello :)

Ecco qua, risultato :)

Se avete calcolate bene i tempi, vedrete che mancherà mezzoretta per la cottura dell'arrosto, giusto il tempo per arrostire le patatine :)

Ecco il nostro bell'Arrosto pronto :)

Togliete l'arroste e avvolgetelo a riposare in un foglio di alluminio (il riposo ridistribuisce i succhi e rende la carne morbida):

 

Prepariamo ora il sughetto! :) fondamentale per un Arrosto perfetto :)

Quello che vi serve:

 

 

- Un cucchiaio di Farina 00
- Mezzo bicchiere di vino rosso (bono mi raccomando)
- Mezzo litro di brodo (magari fatto con il dado che ci ho insegnato ;)

Iniziate a eliminare il 90% del grasso dalla pirofila:

 

Mettete il tutto in una padella insieme a un cucchiaio di farina:

Schiacciate per bene le verdurine, non importa se restano grosse o ci son grumi:

Alla salute! Un buon mezzo bicchiere di vino rosso, di qualità mi raccomando, fa sempre bene ;)

Quando la parte alcolica è evaporata aggiunge mezzo litro di brodo :) (mi raccomando non avete fretta se resta traccia di alcool il sughetto tenderà ad essere acido):

Mentre lasciate ridurre il sughetto, occupatevi della carne, liberatela dallo spago:

 ...e tagliatela a fette abbastanza sottili (io sono un supereroe e non mi scotto e non mi taglio ;) voi usate pure un forchettone per tenerlo fermo):

Ecco qua, a me piace più al sangue, quindi lo tirato fuori un 10 minuti prima, se lo volete più cotto lasciatelo pure un 5/10 minuti in più:

Quando il sughetto e pronto (assaggiate se serve aggiungete anche un pizzico di sale) filtratelo e aggiungetelo alla carne :) io che non mi scotto filtro direttamente sulla carne, voi potete farlo in due passaggi :)

Pronto!

Ecco le nostre patatine pronte, calde e croccanti a tavola!

Anche se il procedimento è lunghetto, non è per niente difficile, e dopo qualche prova vedrete che vi verrà naturale ;)

Mauro Corbetta di Approdo.eu