Tramezzino di carne (da un'idea di Jamie Oliver)

27/11/2012

 

E un po' che non vi faccio un bel post, sulle mie avventure culinari ;) e dato che vado veloce, mi serve tempo per la fotografia, ecco una ricetta veloce veloce. Che va sempre bene, per quelle volte, che andate di fretta, o non volete sbattervi troppo, ma per questo non vuol dire per forza mangiar schifezze... no no, quello mai ;) mangiare bene e volersi bene, vangelo!

Ora dovete sapere, che le ricette che fino a ora ho pubblicato, sono quelle che la mia Nonnina, mi preparava spesso, ed è naturale che ci sono affezionato. Poi ci ho messo del mio, leggendo molto di un po' di tutto, ho cercato di trovare la mia dimensione.

Poi però, quando pensavo di esser a posto, e al di fuori di qualche ricetta che mi attira, non è che cercassi quel qualcosa di più, vuoi perché quello che preparo mi va bene, vuoi perché quello che vedo o leggo, non mi attira o non è il linea con il mio ferreo principio di semplicità e tradizione.

Fino a ora per lo meno. Da quando ho avuto la rivelazione di questo grande cuoco, Jamie Oliver, tutto l'ambaradan si è rimesso in moto! Jamie è il cuoco che vorrei essere, rispettoso delle tradizioni, ma innovativo, grandi piatti ma semplici, seguo con grande passione le sue trasmissioni su Sky (presto metterò qualche video online), sopratutto mi fa impazzire Jamie at Home (di cui anche in Italia è stato pubblicato il libro), dove l'eclettico Cuoco, coltiva nel suo splendido orto (e che orto!) tutte le verdure e frutta che usa nelle sue ricette... e che gioia vederlo cucinare, a volte se ne sta seduto su una cassetta di frutta e sulle gambe, con un bel tagliere prepara come piatti squisiti. E dovreste vedere come prepara, un tornado, alcuni lo potrebbe definire un casinista, io lo adoro... mescola con mani l'insalata, taglia e affetta su ogni dove, gli ingredienti volano letteralmente da una parte all'altra della cucina, spassosissimo! :)

Devo dire che da quando seguo i suoi consigli e le sue ricette, tutto è migliorato, spero un giorno di riuscire ad avere uno spazio per fare il mio orticello ;)

La ricetta che vi propongo, ho preso ispirazione dal suo libro Ministry of Food (in italiano lo trovato con l'orrendo nome "La mia scuola di Cucina"), dove attraverso un percorso tematico, ci insegna le basi della buona cucina. Una ricetta veloce, ma buona buona, lui usa due bistecche di filetto, che apre per renderle più sottili e uniformi, io invece ho usato due bei petti di pollo, che preferisco anche perché costa uno spataffio meno, e alla fine le mette tra una fetta di pane abbrustolito e un bel fungo :)

Per chi volesse cimentarsi nella ricetta originale, riporto le dosi e il procedimento originale:

Tramezzino di Carne Allargata

per 2 persone

2 grossi funghi prataioli
2 bistecche di filetto da 200g
Un rametto di rosmarino fresco
Sale marino e pepe nero appena macinato
Olio d’oliva
Un pane ciabatta
Olio evo
Succo di ½ limone
Una macinata di crescione
Senape di Digione

Scaldate al massimo una piastra per grigliare. Pulite i funghi e pareggiatene il gambo in modo che aderisca no bene alla piastra. Mentre questa si scalda, appoggiateci dentro i funghi premendo bene. Girateli  quando si sono abbrustoliti, cosi’ sprigioneranno tutto il loro delizioso aroma. Tamponate le bistecche con carta da cucina. Per allargarle, tagliatele in orizzontale a mezza altezza  con movimenti lunghi e lenti, e apritele a libro. Staccate gli aghi di rosmarino e tritateli finemente. Spargeteli su un tagliere insieme a una bella presa di sale e pepe e appoggiateci sopra le bistecche, picchiettandole per  far aderire bene il trito di rosmarino. Spruzzatele con dell’olio d’oliva, poi giratele dall’altra parte e ripetete l’operazione

Togliete i funghi dalla piastra e trasferiteli su un piatto. Rimettete la piastra sul fuoco e appoggiateci dentro l,e bistecche premendo bene. Per una cottura media cuocete 4 minuti circa, girandole ogni minuto. Quando sono pronte, trasferitele su un piatto e lasciatele riposare. Tagliate la ciabatta a metà, con un taglio diagonale, e appoggiatela sulla piastra con sopra un peso, per esempio un’altra pentol, così che sul pane restino dei bei segni neri. Tostate un minuto o due per lato. Condite le bistecche e i funghi con un filo d’olio extra vergine d’oliva. Completate con una spruzzatina di succo di limone e un pizzico di sale e pepe. Disponete su ogni fetta di pane una bistecca, un po’ di crescione e un fungo, poi versateci sopra il delizioso sughetto di cottura in modo che il pane lo assorba per bene. Spruzzate con un altro po’ d’olio extra vergine d’oliva e portate in tavola con un vasetto di senape di Digione.

Questo invece e la mia variante ;) sempre per due persone.

Quello che ho usato:

2 grossi funghi prataioli
2 filetti di pollo
Un rametto di rosmarino fresco
Sale marino e pepe nero appena macinato
Olio d’oliva
Un pane toscano rustico
Olio evo
Succo di ½ limone

 

Pulire bene i funghi e pareggiare il gambo:

Scaldare la piastra e appoggiateci dentro i funghi:

Tamponate ben benino i filetti

Tritare ben ben gli aghetti di rosmarino:

Nel mentre ricordatevi di girare i funghi ;)

Sparge su un tagliere, il trito di rosmarino, sale e pepe nero:

Picchiettando, fate aderire il tutto ai filetti:

Vedrete che i funghi saranno belli grigliati, teneteli da parte un attimo:

Grigliate ora i filetti:

Nel mentre, passate due belle fette di pane nell'olio del trito... si butta via niente ;)

I filetti di pollo son pronti in 5/6 minuti, dipende dallo spessore, i miei erano cicciottelli (mi piacciono così ;) e son rimasti su un pochetto di più:

Quando son pronti, metteteli nel piatto,con sopra il funghetti, un pizzico di sale e pepe ancora, un giro di ottimo olio evo, e una spruzzata di limone:

Mentre la carne riposa un attimino, grigliate il pane, mi raccomando pigiate bene... Jamie ci appoggia su un peso, buona idea ;)

Eccoli pronti! Potete sempre mettere il pane sotto e fare il famoso Tramezzino di Carne, ma io preferisco tenerlo in parte e metterci su in filo d'olio e il sughetto di cottura ;)

Mauro Corbetta di Approdo.eu