Salmone al cartoccio alla Visioni ;)

27/11/2012

 

Buon giorno Amici Visionari ed Approdati,
il primo post vero fatto col Mac è un post culinario: oggi si parla di pesce e in particolare di salmone.

Stamattina mi sono svegliato di buon umore e la voglia di mangiare scaloppine e simili, che mia madre era già pronta a propormi, mi ripugnava ed ecco l'idea: andare alla vicina "Pescheria Orobica" di Bergamo e fare del pesce al cartoccio.

In questa pescheria rifornitissima di ogni tipo di pesce che vogliate preparavi il personale è davvero gentilissimo e disponibile, vi puliscono il pesce e soprattutto vi consiglieranno sulle tipologie di pesce, le metodologie di cottura. Ecco quindi che vado con l'idea di andare a comprare o dell'orata o della trota ed esco con tutt'altro...

In effetti visti i prezzi delle trote e delle orate più che cibo mi sembrava di comprare oro... il gentilissimo commesso mi chiede in quanti siamo a pranzo (5 io, mie sorelle e i miei genitori), e mi suggerisce, anche per questioni di prezzo, di andare su un pesce di grossa taglia e dividerlo poi.

La scelta cade quindi su di un bellissimo salmone norvegese del modico peso di 2,5 kg, per una spesa complessiva di ben 20€, 5€ a persona (poi si riveleranno in realtà 2,5€ a persona visto che con un pesce così ci si mangia due volte a testa). Niente male per i tempi che corrono...

Ma veniamo alla ricetta... In genere il pesce lo risciacquo, ma con una bestia del genere è praticamente impossibile lavarlo, ci penseranno i 200° del forno ad arrostire per bene i batteri... ;)

In una ciotola versate un paio di bicchierini di Whisky scozzese (Lagavulin, Laphroig o Bowmore vanno benissimo hanno un ottimo gusto torbato che si sposa perfettamente col forte sapore del salmone) a cui aggiungerete un po' di burro, circa 50 gr, serve solo per amalgamare il pesto di verdure miste.

Tagliate a fettine sottili mezza cipolla, una carota, della salvia, del prezzemolo e un gambo di sedano e tritateli fini con un tritatutto, aggiungeteli al burro e Whisky e mescolate bene il tutto fino ad aver amalgamato il pesto.

 

 

Pelate una patata e tagliatela a fettine sottili, prendete tre spicchi di aglio ed infilateli nella pancia del salmone, ora infilate la patata e per ultimo il pesto di verdure. Tagliate un paio di rametti di rosmarino ed infilatelo nella pancia del pesce. Aggiungete del sale preparato con erbe miste (va benissimo con rosmarino, salvia, pepe, maggiorana, origano) e dell'arrostina con cui insaporirete sia l'interno del pesce che l'esterno.

Imburrate leggerissimamente della stagnola in modo che il pesce non attacchi durante la cottura, adagiatevi sopra il salmone, la dimensione del cartoccio ovviamente dipenderà dalla dimensione del pesce, se il vostro salmone sarà di dimensione così elevate disponete i fogli di alluminio in obliquo in modo che il peso del pesce tenga ferma la base del cartoccio, e chiudete arrotolando i bordi. Alcune ricette consigliano di sigillare il cartoccio con dell'albume, ma secondo me non serve, anzi il fatto che un po' di vapore esca del cartoccio è un bene per un pesce grasso come il salmone...

Una volta che avrete chiuso il cartoccio, adagiatelo sulla teglia da forno: importante un pesce tanto grande va messo in obliquo in quasi tutti forni comuni, a meno che voi non abbiate un forno bello grande (oltre i 70 cm in diagonale) e allora invitatemi da voi a utilizzarlo :P

Il forno va preriscaldato per almeno 20 minuti (il tempo di preparazione del pesce) a 200°C, dopo di che infornate il pesce e cuocetelo per circa 50 minuti, per un salmone di 2,5 kg, otterrete un pesce non completamente cotto, ma questo genere di pesce secondo me è più buono se resta leggermente "al sangue" è talmente grasso che se cuocesse di più diventerebbe quasi lessato e il grasso sarebbe molto fastidioso come sapore... se andate al sushi, lo mangiate crudo, quindi non abbiate schifo ;)

 

 

Passati i 50 minuti sfornate il vostro salmone al cartoccio, apritelo, controllate la cottura, scattate un paio di foto, e... tagliatelo nelle porzioni desiderate, cercando di distribuire in parti eque il dorso e la pancia: la pancia è più grassa, ma sottile e molto saporita essendo stata a contatto con il condimento, mentre il dorso è più polposo e mantiene maggiormente il sapore di pesce, di conseguenza anche il grasso è più "violento" come sapore.

Se avete fatto come noi e siete in 5 persone adulte, mezzo pesce vi sfamerà, l'altra metà pulitela dalla pelle e dalle lische, mettetela su di un piatto di portata e conservatelo in frigorifero coperto da pellicola: lo potrete utilizzare se vorrete condito con dell'olio, prezzemolo, sale e pepe e mangiato freddo ad esempio come pranzo da portarvi in ufficio; oppure potrete mangiarlo alla sera, o ancora comprate dei tagliolini e della panna da cucina e... via di tagliolini al salmone ;)

Di seguito troverete delle foto del mio salmone una volta cotto, le altre ahimè non sono venute e non le pubblico nemmeno...

A presto cari Amici con altri articoli, ricette, recensioni
Stay Tuned

Gio

 

Mauro Corbetta di Approdo.eu