Phoenix Wright: Ace Attorney Trials and Tribulations

16/02/2010

Phoenix Wright: Ace Attorney Trials and Tribulations è il terzo episodio di questa famosa serie, inspiegabilmente giunto in Europa dopo l’uscita del quarto capitolo.

Il gioco ci vede  per l’ultima volta vestire i panni del giovane avvocato Phoenix Wright e dunque non ci resta che andare a scoprire come Capcom ha realizzato il finale di questa splendida serie.

IL SOLITO SISTEMA

 

Come sempre il primo caso ci sarà utile per prendere nuovamente confidenza con il collaudato sistema di gioco; ricorderemo, insieme al nostro alter ego virtuale, il secondo processo a cui prese parte la oramai defunta Mia Fey.

Ace Attorney Trials and Tribulations mantiene la struttura a episodi, suddivisi tra il processo e la raccolta di informazioni.
Ancora una volta sapremo subito chi si nasconde dietro ogni crimine e saremo quindi chiamati a smascherare i testimoni e provare l’innocenza dei nostri assistiti, seguendo una trama coinvolgente e ricca di pathos.

Ad ostacolarci ci sarà questa volta il nuovo ed enigmatico Procuratore Godot che si rivelerà presto un’ottima nemesi, sia per stile che per personalità.

Chi avrà già affrontato i precedenti episodi non troverà nessun cambiamento per quel che concerne il sistema di controllo: nello schermo superiore si potrà leggere la narrazione, mentre interagendo con quello inferiore potremo far proseguire i dialoghi, accedere al Registro Processuale per verificare le prove raccolte, o gridare “Un attimo”, funzione utile per analizzare al meglio le frasi dei testimoni.

Anche in questo terzo episodio lo scopo sarà quello di presentare una serie di prove atte ad evidenziare gli “errori” dei testimoni.
Resta inalterato il limite di cinque errori, oltrepassato il quale perderemo il caso.

Continua...

Mirko Di Pasquale di gamesearch.it
Leggi l'articolo originale su www.gamesearch.it