Maniac Mansion: Day Of The Tentacle

11/01/2011

Uscito nel 1993, Day of the Tentacle è ambientato cinque anni dopo la vicenda narrata in Maniac Mansion. A guidare le redini troveremo gli ormai famosi Dave Grossman e Tim Schafer (The Secret of Monkey Island), pionieri delle spettacolari avventure targate LucasArts.

MI SENTO COME SE POTESSI DOMINARE IL MONDO

La storia inizia con un fatto eccezionale: i due tentacoli (mostri dotati di personalità propria) creati in laboratorio dal Dottor Fred Edison stanno facendo una passeggiata nel giardino attorno alla magione soffermandosi davanti allo scarico del depuratore che sta riversando rifiuti nel canale.
Tentacolo Viola, il più cattivo, nonostante i richiami del fratello Tentacolo Verde, decide di bere l'acqua inquinata, andando così incontro a un'incredibile mutazione: in men che non si dica gli crescono due piccole braccia. Stimolato dalla comparsa dei nuovi arti, il mostriciattolo si mette in testa di voler dominare il mondo.
Per porre rimedio alla sete di conquista del fratello, Tentacolo Verde spedisce una lettera al caro vecchio amico Bernard Bernoulli (un Nerd ritornato da Maniac Mansion) che insieme ai suoi due amici Laverne (studentessa di medicina schizzata) e Hoagie (un metallaro panzuto) parte in direzione della Villa del Dottor Fred Edison.
Parlando con l'inventore, il piccolo mostro verde scopre che l'unico modo per arrestare il Tentacolo Viola è tornare nel passato per sistemare il depuratore, così da eliminare le scorie di lavorazione del laboratorio.
Fortunatamente il Dottor Fred Edison ha già ben tre macchine del tempo, denominate Cono-O-Binetto, in pratica degli strani gabinetti modificati per affrontare viaggi spazio-temporali.

I tre amici (Bernard, Laverne e Hoagie) partiti con il Crono-O-Binetto finiscono sbalzati in epoche diverse; per funzionare il macchinario ha bisogno di un diamante purissimo di difficile reperimento e purtroppo il Dottor Edison ne ha acquistato uno falso che si rompe durante il viaggio nel passato.
Questo intoppo porta Hoagie a finire ai tempi della fondazione dello stato americano, Laverne 200 anni nel futuro, mentre Bernard rimane nel presente.
Anche se divisi, i tre ragazzi dovranno aiutarsi a vicenda nonostante le barriere spazio-temporali.

GRAFICA CARTOON MOLTO COOL

Day Of The Tentacle presenta una grafica cortoon di incredibile bellezza. Il design degli ambienti è folle e pieno di brio, con colori accesi e contrasti netti. 
Anche il lavoro di caratterizzazione dei personaggi denota una cura maniacale sia nello stile che nella qualità delle animazioni, presentando una fluidità e una credibilità ai massimi livelli e una perfetta interazione con gli scenari.
Gli sprites denotano un’ accentuata mimica facciale che rende i loro volti buffi, espressivi e molto stravaganti.

Così come nel primo Maniac Mansion, anche in questa avventura grafica troveremo il sistema a verbi denominato SCUMM, il quale permette una versatilità nelle azioni tutt'ora inimitabile.
Potremo analizzare e provare un' ampia serie di interazioni su qualsiasi oggetto o personaggio. L'inventario è sempre presente nella parte bassa dello schermo insieme alle varie azioni eseguibili.
Il comparto audio si attesta su livelli medi, ritagliandosi un posto di sottofondo senza mai prevalere. Buoni gli effetti sonori che amplificano l'elemento “scherzoso” durante l’utilizzo degli oggetti. Infine molto divertente anche il doppiaggio della versione CD, ben realizzato, che riesce ad arricchire l'esperienza di gioco.

Mirko Di Pasquale di gamesearch.it
Leggi l'articolo originale su www.gamesearch.it