Metroid

13/05/2011

“Noi cacciatori di taglie siamo soli nell'universo infinito, pronti a tutto per svolgere il nostro lavoro, anche a dare la vita. Soli... con un grido di riscatto rivolto ad un mondo avverso.”

20X5: LA SCOPERTA DI UNA NUOVA FORMA DI VITA
La Federazione Intergalattica ci affida un lavoro sporco. Porre fine agli assurdi esperimenti dei Pirati Spaziali. Test condotti su una nuova forma di vita ribattezzata Metroid hanno rivelato che questi esseri biologici sono capaci di generare un potenziale incredibile di energia, potenziale da cui ovviamente i Pirati Spaziali vogliono trarre benefici per le loro brame di conquista dell'universo. Allora io, Samus Aran, parto alla volta di Zebes, un pianeta oramai disabitato, nella quale rientrerò a contatto con le antiche statue Chozo, create dalla medesima razza che mi ha allevato dopo la scomparsa dei miei genitori.

 

SOLI CONTRO TUTTO E TUTTI 
Pur non presentando la tipica suddivisione a schermate consecutive, possiamo dire che Metroid rientra nel genere Platform. Il gioco è interamente ambientato in un claustrofobico mondo da esplorare, pieno di cunicoli, passaggi segreti e zone che si sbloccheranno man mano che entreremo in possesso dei potenziamenti per l’armatura del nostro alter-ego.
Samus Aran, protagonista e unico personaggio “umano” del gioco, è infatti dotata di una speciale Power Suit che le permette (tra le tante cose) di trasformarsi in una sfera, di sparare o di lanciare missili.

LA RIGOGLIOSA NATURA ALIENA
Graficamente Metroid presenta un character design unico e inconfondibile, nella rappresentazione del protagonista, ma soprattutto nella creazione dei nemici e degli ambienti di gioco. Si passa da luoghi freddi e asettici ad altri rigogliosi e pieni di vita aliena ostile, con una paletta cromatica varia ed esaltante.
Il superbo e variegato level design è probabilmente l’aspetto più curato (insieme ai Power-UP) proprio per evitare di rendere noioso il continuo ripercorrere gli stessi ambienti per esplorare l’intero mondo di gioco.

LO SPAZIO INFINITO E I SUOI PIANETI ESPLORABILI
Giocando a Metroid la tensione è palpabile mentre ci si appresta ad esplorare una nuova zona.  L’ansia, la meraviglia, e soprattutto la trepidazione per il prossimo Power-Up da agganciare alla nostra armatura cibernetica, sono le principali sensazioni che uno dei più importanti titoli proposti dalla Nintendo riesce ad insinuare nel giocatore.
Questo è il risultato di un attento lavoro che ha portato a cesellare ogni minimo particolare, dalla grafica alle musiche, dalla risposta dei comandi all' esplorazione. 

Mirko Di Pasquale
Leggi l'articolo originale su www.gamesearch.it