God Of War 2

09/06/2010

Siete un Dio della Guerra e orde di fedeli uomini sono al vostro comando: cosa volete di più?

Evidentemente nulla basta a un grande guerriero come Kratos, che in questo secondo episodio dimostrerà come un uomo possa spingersi oltre i propri limiti.

SIAMO PRONTI A RI-SCALARE L’ OLIMPO?

God Of War II riparte da dove è finito il primo capitolo: tutto sembra essersi risolto per il meglio e Kratos è diventato il nuovo Dio della Guerra. Purtroppo però il nostro eroe spartano non ha ancora trovato la pace e così decide di intraprendere una campagna di conquista partendo dall’amata Atene, città cara alla dea Atena.

Non avendo alternative, agli altri dei (capeggiati da Zeus) non rimane che scendere in campo per far cadere il nuovo Dio della Guerra il quale si è dimostrano non meno spietato del precedente.

Anche in questo nuovo episodio la vicenda non sembra partire all'insegna dell'originalità ma per fortuna il connubio tra i vari miti è amalgamato così bene che ogni parte del gioco risulta credibile e soprattutto coinvolgente.

La formula di gioco non viene cambiata di un millimetro: le meccaniche restano quelle di un action-game con qualche elemento puzzle-solving e avventura. Le abilità del nostro personaggio hanno comunque subito un leggero restyling dato che non  disporrà più degli aiuti magici delle divinità che ora gli sono schierate contro.

COSA VEDONO I MIEI OCCHI

Possiamo dire che God Of War II ha definitivamente toccato l'apice della qualità grafica della nostra console; ogni elemento di questo nuovo capitolo sembra corrispondere ad una sola definizione: maestoso.

Musiche epiche e orchestrate che ci trascinano letteralmente nella trama e un doppiaggio ben realizzato (anche se non a livelli eccelsi) completano un quadro più che buono.

Mirko Di Pasquale di gamesearch.it
Leggi l'articolo originale su www.gamesearch.it