Super Street Fighter II: The New Challengers

01/07/2011

Dopo The World Warrior, Champion Edition e Hyper Fighting, nel Settembre del 1993 ecco arrivare un nuovo capitolo dell’ormai celebre saga di picchiaduro targata Capcom. Stiamo parlando di Super Street Fighter II: The New Challengers, che, come specificato nello stesso titolo, introduce alcuni nuovi personaggi ampliando il parco lottatori da dodici a sedici unità. Chi sono dunque gli ultimi quattro pretendenti al titolo di Campione?

T. HAWK
Discendente dei nativi americani, questo colosso messicano combatte per liberare la sua terra dalla tirannia di M.Bison e ristabilire le antiche tradizioni indiane.

DEE JAY
Kick boxer professionista e grande appassionato di musica, Dee Jay partecipa al torneo perché è convinto di trovare il perfetto connubio tra ritmo e arti marziali.

CAMMY
Dopo esser stata ritrovata priva di sensi davanti all’Accademia per Agenti Speciali, Cammy non ha più recuperato la memoria. Divenuta un agente segreto, combatte per scoprire a chi appartiene l’ombra sinistra che offusca i suoi ricordi.

FEI LONG
Sin dall’infanzia Fei Long è stato un grande ammiratore di Bruce Lee. Ha speso la vita cercando di emulare alla perfezione il suo idolo ma ora ha deciso di partecipare al torneo per mostrare le sue abilità e aprire una scuola di arti marziali.

UNA NUOVA SCHEDA ARCADE
Super Street Fighter II: The New Challengers è stato il primo titolo a girare sulla nuova scheda CP System II della Capcom. Rispetto ai capitoli precedenti, la prima differenza che salta all’occhio è l’introduzione, che ora ha come protagonista Ryu impegnato a caricare e lanciare l’Hado-Ken.
Oltre a un sensibile incremento della definizione e delle animazioni, a un generale ritocco degli sfondi e a un nuovo look per le facce dei lottatori (ciascuno dei quali può ora vantare fino a otto diverse colorazioni per il proprio abbigliamento), le migliorie dal punto di vista grafico si fermano qui. L’audio ci propone una colonna sonora rivisitata, ma sempre di ottima fattura ed inoltre ogni guerriero è ora dotato di un proprio doppiatore.

FORMULA CHE VINCE NON SI CAMBIA
Fin dal suo esordio la serie Street Fighter II si è distinta per l’incredibile immediatezza e giocabilità. A parte i quattro nuovi personaggi (anch’essi ben caratterizzati) anche dal punto di vista del gameplay Capcom sembra non essersi sprecata più di tanto.
Sotto questo aspetto in effetti non era semplice migliorare ciò che, soprattutto per le possibilità tecniche di allora, era già considerato perfetto. Ad ogni modo The New Challengers propone una velocità di gioco a metà strada tra quella vista in The World Warrior e Hyper Fighting. Ad alcuni guerrieri sono state inoltre aggiunte alcune nuove tecniche: ad esempio Ryu può lanciare una Fireball infuocata mentre Ken è in grado incendiare l’avversario con un potente Dragon Punch.
Da segnalare infine l’assegnazione di punti bonus per l’esecuzione di Combo, First Attack e Reverse.

Emanuele Cabrini di gamesearch.it
Leggi l'articolo originale su gamesearch.it