HOME
CERCA
ACQUISTI

Elenco Aziende - AziendeSubito.it

. associazione di cultura ecologicacentro educazione ambientale fluviale

centro educazione ambientale fluviale

Perché è scomparso il piacere della lentezza?

Dove mai sono finiti i perdigiorno di un tempo?

Dove sono quegli eroi sfaccendati delle canzoni popolari,

quei vagabondi che vanno a zonzo da un mulino all'altro

e dormono sotto le stelle?.


Milan Kundera - "La lentezza"
..

...

le buone idee viaggiano lente...

Homechi siamo le originiper iscriversi dove trovarcicontattaci

Il bradipo per il WWF

La proposta educativa

I nostri progetti

La rassegna stampa

Comunicati


Comunicati

Ciao ragazzi

Il bradipo ha cominciato a dondolare tra i rami del Lodigiano e ne ha viste e fatte delle belle. Ha scoperto aspetti poco noti dell'avventura nucleare italiana, ha iniziato a chiacchierare con gli studenti delle scuole e ha organizzato il I° cineforum ambientale. Ed è solo l'inizio…
Allora ci si vede tutti al cineforum.

Non dimentichiamo il pericolo nucleare

Il nucleare è sempre tra noi. Ce ne eravamo dimenticati presi da tante altre questioni ambientali e invece rieccolo qua. Le notizie della stampa locale ed un convegno tenutosi a Castelnuovo Bocca d'Adda, ci hanno ricordato che il problema del nucleare in Italia è ancora vivo. Non è bastato vincere un referendum e chiudere le centrali. Ora la storia continua con le scorie radioattive, con questi rifiuti speciali che nessuno vuole. A Caorso ci sono 190 tonnellate di combustibile e rifiuti pericolosissimi e nessuno sa ancora quale sarà il loro destino. Inoltre in qualsiasi punto della terra venga portato non per questo smetterà di essere radioattivo. Questa è l'ultima lezione del nucleare se ancora non ci fossero bastate le precedenti. E ora? Ora è tempo di recuperare la "vecchia lezione", di tornare a parlare di energie alternative rinnovabili pulite. E' tempo di tornare a far educazione ambientale raccontando del sole, del vento e delle acque, per spiegare che si può produrre energia in modo meno pericoloso. Questo perché a qualche buontempone potrebbe di nuovo venire in mente di aprire una centrale.

Un cineforum per l'ambiente

Ci eravamo ripromessi di realizzare almeno un'iniziativa di rilievo entro l'anno e ci siamo riusciti. Il 7 marzo 2003 presso la sala civica Castelli a Vidardo, alle ore 21, inizierà il I° cineforum ambientale della nostra associazione, organizzato in collaborazione con il comune di Castiraga Vidardo. "Ambiente ed altri ambienti" (in allegato la locandina) è una rassegna di film godibili che raccontano delle storie diverse. Si parte dagli Stati Uniti con Erin Brockovich per affrontare un caso tutto occidentale di inquinamento delle acque. Si arriva nel mondo surreale e post consumista dei paesi dell'est di Kusturica, per approdare nella Siberia che solo Dersu Uzala, il personaggio rappresentato da Kurosawa, sa vivere con intimità. Conclude il ciclo La gabbianella e il gatto: torniamo nella vecchia Europa con una divertente favola ecologica di produzione italiana. Buona visione.

EcoBrico: le cassette nido

Alcuni piccoli uccelli, come cinciarelle, cinciallegre e passerotti, nidificano all’interno delle cavità presenti nei vecchi alberi. Purtroppo, questi patriarchi verdi sono sempre più rari e questo può causare difficoltà agli uccelli, che non trovano più siti idonei alla nidificazione. Per aiutare i nostri amici alati possiamo costruire delle casette nido in legno, che saranno utilizzate non solo durante la stagione riproduttiva, ma anche come rifugio per proteggersi dai rigori dell’inverno. Costruire una cassetta nido è facile, basta disporre di listelli in legno dello stesso spessore di almeno due centimetri e seguire per il taglio e l’assemblaggio le indicazioni del semplice schema che ci potete richiedere. Una volta ultimato, il nido andrà collocato sopra un albero ad un’altezza di almeno tre, quattro metri da terra e dovrà essere leggermente inclinato verso il basso, in modo che l’acqua piovana non riesca a penetrare al suo interno attraverso il foro d’ingresso.

Per i più piccoli

Lo sapevate che ... il bradipo a dispetto della sua lentezza è un ottimo nuotatore?

Far scuola all'aperto nelle Oasi

Forse è il caso di abbandonare lo stress del deserto urbano, per ristorarsi in un'oasi. E' quello che potranno fare gli studenti di tutte le scuole con il bradipo. Infatti la nostra associazione è riuscita ad ottenere dal WWF Italia l'esclusiva per la gestione delle visite guidate nelle Oasi urbane del Parco delle Noci e di Montorfano a Melegnano. Si tratta di due ambienti ricostruiti con tanta passione e lavoro dagli amici del WWF Sud Milano con cui collaboriamo. Il Parco delle Noci è un'area nata attorno ad un fontanile che ha creato una zona umida. Qui si potrà conoscere la vegetazione tipica della Pianura padana e cercare di individuare gli anfibi delle zone umide. L'Oasi di Montorfano invece presenta un'area ripariale tipica del fiume Lambro. Infatti si trova alla confluenza tra il fiume del milanese e la Vettabbia. Qui si potrà scoprire accanto al patrimonio naturale, la ricchezza del rapporto con il fiume. Per le visite ci si può rivolgere all'associazione per posta, per telefono o per e-mail.

Diventa socio! Contribuirai all'educazione ambientale.

Iscrizioni: 10 Euro adulti, 5 Euro bambini, ragazzi e classi scolastiche, 20 Euro aziende ed enti

Alla prossima

inizio pagina

centro educazione ambientale fluviale