CHARLEVILLE 5: CHINTU LA PICCOLA INDIANA - una meraviglia!!!

06/10/2003

Per la quantità di spettacoli proposti, un festival della dimensione di Charleville ha qualche cosa d’impietoso e non sempre permettere di mettere a fuoco o in evidenza i spettacoli che realmente meritano di essere visti e segnalati. Malgrado gli sforzi degli organizzatori di offrire un catalogo preciso e dettagliato, la mancanza di informazioni chiare fa si che la scelta dei biglietti è spesso simile ad un terno al lotto. Chi per caso ha scelto di vedere lo spettacolo della compagnia “des Moussaillons” di Avignone in Francia è stato fortunato. Con “Chintu, la piccola indiana” di Claude Dezothez si è visto uno spettacolo forte e delicato, ossia la storia di una bambina dell’India che vive a spenti per strada e che viene marionettizzata da un uomo rude. Dopo essere fuggita ed essere diventata star della danza, quando ritrova il suo ex padrone, lo ringrazia per averli insegnato la danza quando era marionetta. Il ruolo di Chintu è meravigliosamente interpretato dall’artista-ballerina indiana Jaya Pachauri che evolve nello spazio come una nuvoletta di speranza in un mondo duro e che non lascia molto tempo ai bambini per essere solo bambini. L’attore Claude Dezothez che pur non sa quasi niente del mondo delle marionette è un marionettista credibile e, come lo fa notare con umorismo alla fine Jaya Pachauri, è l’unico elemento non indiano di questo spettacolo.

Albert Bagno